Flauto Azumi Z3

Ultimo aggiornamento il

Flauto Azumi Z3

6.6
Qualità/prezzo 7.0
Resistenza 7.0
Tecnologia 5.0
Materiali 8.0
Tamponatura 6.0

Vantaggi

  • Meccanica robusta
  • Suono ampio e potente

Difetti

  • Non è possibile scegliere tra più testate
  • Tamponatura perfettibile

Azumi è un marchio appartenente al gruppo cinese KHS, proprietaria anche dei marchi Jupiter e Altus. Infatti il modello Azumi Z3 monta una testata Altus taglio Z cut.

Testata, corpo e trombino in argento 925 mentre la meccanica è naturalmente in alpacca argentata.

La qualità complessiva è passabile, appena superiore ad uno Jupiter, ma naturalmente troviamo le solite imperfezioni di un prodotto che resta made in China. Il livellamento dei caminetti non è perfettamente piano, e questo provoca dei piccoli sfiati in quanto i tamponi non lavorano bene a lungo andare con consumo precoce.

La qualità della meccanica è buona e robusta. Resta abbastanza fluida nei vari passaggi.

Il taglio della testata è una “free blowing” quindi ampio e squadrato tale da garantire suono potente e che necessita una gran quantità d’aria. I tradizionalisti forse non apprezzeranno molto questo stile, preferendo magari un suono più caldo e timbrato. Forse sarebbe stato preferibile poter scegliere tra un diverso ventaglio di testate con tagli differenti.

Lo strumento adotta una scala Bennett, quindi nessun problema riguardo l’intonazione.

# NOME RATING PREZZO Statistiche
1

Flauto Briccialdi 7714

Descrizione completa

1900€ (a richiesta - solo Italia)

Qualità/prezzo
100
Resistenza
80
Tecnologia
60
Materiali
80
Tamponatura
90
2

Flauto Pearl 795 RB

Descrizione completa

2600€

Qualità/prezzo
70
Resistenza
70
Tecnologia
80
Materiali
80
Tamponatura
70
3

Flauto Azumi Z3

Descrizione completa

2000€

Qualità/prezzo
70
Resistenza
70
Tecnologia
50
Materiali
80
Tamponatura
60
4

Flauto Di Zhao DZ 801

Descrizione completa

2600€

Qualità/prezzo
50
Resistenza
70
Tecnologia
50
Materiali
80
Tamponatura
70
5

Flauto Pearl 765 RBE

Descrizione completa

2200€

Qualità/prezzo
50
Resistenza
60
Tecnologia
70
Materiali
80
Tamponatura
30
6

Flauto Yamaha serie 400

Descrizione completa

2500

Qualità/prezzo
40
Resistenza
70
Tecnologia
50
Materiali
80
Tamponatura
50
7

Flauto Miyazawa PB-202

Descrizione completa

3400€

Qualità/prezzo
30
Resistenza
70
Tecnologia
80
Materiali
20
Tamponatura
70
8

Flauto Sankyo CF 201

Descrizione completa

3000€

Qualità/prezzo
30
Resistenza
70
Tecnologia
40
Materiali
20
Tamponatura
80
9

Flauto Sonarè PS 75

Descrizione completa

2500€

Qualità/prezzo
30
Resistenza
50
Tecnologia
40
Materiali
80
Tamponatura
30
10

Flauto Muramatsu EX

Descrizione completa

3800€/4200€

Qualità/prezzo
10
Resistenza
40
Tecnologia
30
Materiali
20
Tamponatura
70
logo

Related posts

Powell Sonarè PS 75 (PS 705)

Powell Sonarè PS 75 (PS 705)

Sonarè è il marchio Powell di fascia intermedia fondato nel 2002. La produzione avviene in Cina, mentre la testata è una Powell Signature (anche se dai nostri test sembra diversa dall'originale montata sui flauti Powell made in USA, a cominciare dalla presenza dell'argentatura, assente sui...

Flauto Sankyo CF 201 (EX modello “Etude”)

Flauto Sankyo CF 201 (EX modello "Etude")

Il modello CF 201 è il flauto entry level della Sankyo. Un prestigioso marchio fondato a fine anni '60 con produzione in Giappone. Presenta una testata in argento, mentre il corpo è in alpacca argentata. Almeno "sulla carta" Sankyo consente di poter scegliere una tra 3 testate proposte...

Flauto Pearl 765 RBE Quantz

Flauto Pearl 765 RBE Quantz

È il modello in argento entry level della Pearl. Ha testata , corpo e trombino in argento massiccio 925. Così come il più economico modello da studio 505, anche questo modello 765 della stessa serie Quantz ne eredita tutti i pregi e difetti. La meccanica è fluida e scorrevole, di tipo...

  • Monica ha detto:

    Ho comprato questo flauto da un paio di anni e mi sto trovando molto bene. Consigliato!

  • Alessandra Campese ha detto:

    Mi trovo bene con questo flauto. L’ho acquistato inizialmente su consiglio del mio maestro proprio per la scala Bennet e l’intonazione impeccabile. Onestamente sento altri miei colleghi che suonano altre marche e sono cmq intonati. Alla fine credo sia tutto una questione di adattamento alla testata